martedì 6 dicembre 2011

l'Assessore al Mediterraneo della Regione Puglia Silvia Godelli parla dell'Intellettuale e Benefattore Hrand Nazariantz


Nazariantz fu molto di più che un poeta, anche se proprio l’orizzonte simbolico della sua poesia ne fece un grandissimo, e ne ha portato la traccia fino a noi.
Nazariantz fu un gigante della cultura: cosmopolita, in contatto con le principali correnti letterarie a lui coeve, fu esploratore di nuovi linguaggi e di inedite relazioni con glia spetti più vitali della cultura europea, ma fu anche portatore della straordinaria tradizione del suo popolo.
Visse qui da noi, e tra di noi, in terra di Bari, consumò i suoi ultimi anni, regalandoci la ricchezza della sua storia, della sua arte, della sua testimonianza.
Lui, figlio di un popolo perseguitato, pellegrino ed esule dalla sua terra di origine, trovò forse infine la pace tra gente ospitale e sensibile, la gente di Puglia.
Nel ricordo della sua vita e della sua opera, e soprattutto in memoria del disumano genocidio del popolo armeno, questa mostra straordinaria sulla presenza in Puglia della comunità armena rivolge a tutti un monito speciale, con la speranza inesausta di una umanità futura che sappia percorrere le strade della civiltà, della convivenza, del rispetto per l’alterità e per i valori della cultura. 

Silvia Godelli - 
assessore alla Cultura e al Mediterraneo della Regione Puglia

sabato 3 dicembre 2011

"Hrand Nazariantz: Le tracce e il volto" Prima Sessione il 05 dicembre a Conversano

locandina della mostra fotografica "Hrand Nazariantz: Le tracce e il volto"
a cura di Cosma Cafueri

Il Centro Studi Hrand Nazariantz di Bari è lieto di comunicare ai propri amici e a quanti ne seguono le attività, che lunedi 5 dicembre 2011 nella città di Conversano, a partire dalle ore 16:00, si svolgerà una conferenza dal titolo "Hrand Nazariantz: Le tracce e il volto".
La manifestazione si svolgerà nella ex Chiesa di San Giuseppe, in via San Giuseppe, a pochi metri dal Castello Aragonese, nel centro storico.
A partire dalla medesima data, nello stesso luogo sarà allestita una mostra fotografica, visitabile gratuitamente, curata dal prof. Cosma Cafueri, presidente del Centro Studi Hrand Nazariantz.

All'evento prenderanno parte:

prof.ssa Silvia Godelli - assessore al Mediterraneo della Regione Puglia
dott. Nuccio Altieri - vicepresidente della Provincia di Bari
avv. Giuseppe Lovascio - Sindaco di Conversano
dott Pasquale Sibilia - assessore alle politiche culturali di Conversano

relazioneranno:

prof. Cosma Cafueri - presidente del "Centro Studi Hrand Nazariantz" di Bari
prof. Carlo Coppola - Cenni Biografici
avv. Giulio Gigante - Ricordando l'amico
prof. Paolo Lopane - Una lettera d'amore
prof. Diego Judice - L'Archivio Nazariantz a Conversano
dott.ssa Rosalia Chiarappa - Le versioni di Hrand
prof.ssa Isabelle Oztasciyan Bernardini d'Arnesano - La causa Armena

saluto conclusivo dott. Robert Attarian in rappresentanza del Consiglio per la Comunità Armena di Roma.

A questo primo appuntamento ne seguirà un secondo il 25 gennaio 2012 nel 50° Anniversario dalla Morte del poeta, con una giornata di Convegno presso la Biblioteca Provinciale di Bari che prevederò un secondo allestimento della medesima Mostra.
La mostra, in entrambe le sedi, resterà allestita per una settimana dalla data di inaugurazione.

info: segreteria del Centro Studi Hrand Nazariantz centrostudihrandnazariantz@gmail.com

Per quanti volessero ritrovare informazioni circa il poeta Hrand Nazariantz rimandiamo ai seguenti link:

giovedì 1 dicembre 2011

Hrand Nazariantz: Bibliografia Primaria e Secondaria

Opere

 




  • Եղիա Տէմիրճիպաշեանի սիրային նամակները, 1886-1889: երկու ինքնատիպ լուսանկ
  • արներով եւ իր ձեռագիր մէկ նամակով (trasl. Eghia Tēmirchipasheani sirayin namaknerě, 1886-1889: erku inkʿnatip lusankarnerov ew ir dzeṛagir mēk namakov), Constantinopoli, Dēr-Nersēsean, 1910
  • Ֆ.Թ. Մառինէթթի եւ ապ
    ագայապաշտութիւնը
    , (trasl.F. T. Marinetti ei Apagajapaštoitiine), (trad. F.T. Marinetti e il Futurisismo), Constantinopoli, Onnik Parseghian e Figli, 1910
  • Հերանուշ Արշակեան: Իր կեանքը եւ բանաստեղծությունները (trasl.Heranush Arshakean: Ir keank’y yev banasteghtsut’yunnery), (trad.Heranush Arshakean la sua vita e poesie), Constantinopoli, Tēr-Nersēsean, 1910
  • Խաչուած երազներ, (trasl.Khachuats yerazner), (trad.Sogni Crocifissi), Constantinopoli, Tēr-Nersēsean, 1912
  • Le Tasse et ses traducteurs arméniens; Avec une lettre du Père Arsène Ghazighian, Constantinopoli, Arzouman, 1912
  • Bedros Tourian poeta armeno, dalla sua vita e dalle sue pagine migliori, con cenno sull'arte armena. Con una presentazione di Enrico Cardile, Bari, Laterza, 1915
  • L'Armenia, il suo martirio e le sue rivendicazioni, con introduzione di Giorgio D'Acandia (pseud. diUmberto Zanotti Bianco), Catania, Battiato, 1916
  • I trovieri dell'Armenia nella loro vita e nei loro canti: con cenno sui canti popolari armeni, prefazione di Ferdinando Russo Bari, Humanitas, 1916
  • I sogni crocefissi, versione italiana di Enrico Cardile; con una premessa del traduttore e note bio-bibliografiche, Bari, Humanitas, 1916
  • Muoio di sete..., da La tristezza delle rosee nudità, canto e pianoforte di Franco Casavola, parole di Hrand Nazariantz, Milano, Ricordi e C., 1920
  • Lo specchio, versione italiana di Enrico Cardile, Bari, Humanitas, 1920
  • Tre poemi, tradusse dall'armeno C. Giardini, Milano, Alpes, 1924
  • O sonno, sonno, nostra ultima festa dal Paradiso delle Ombre di Hrand Nazariantz, traduzione dall'armeno di C. Giardini. Poemetto per canto e pianoforte, Bologna, Bongiovanni, 1935
  • Il grande canto della cosmica tragedia: Hur Hayran. Versione italiana di Enrico Cardile, con un'allocuzione estetico ermetica di Eli Drac. Xilografie di Piero Casotti, Bari, Ed. Gioconda, 1946 e 1948.
  • Il ritorno dei poeti ed altre poesieFirenze, Kursaal, 1952
  • Armenia: lo sterminio dimenticato, a cura di Tiziano Arrigoni, Piombino, La bancarella, 2008
  • I Sogni Crocifissi, poesie scelte a cura di Dorella Cianci, Foggia, Sentieri Meridiani, 2011


Bibliografia secondaria


  • Armen YenovkHrand Nazariantz e i suoi Sogni Crocifissi, Costantinopoli, Der Nersessian, 1911
  • S. Eremian, Hrand Nazariantz e suoi sogni crocefissi, Costantinopoli, Shant, 1911.
  • Giuseppe Cartella GelardiPer la traduzione italiana de "I sogni crocefissi" di Hrand Nazariantz, Bari, Soc. tip. editrice barese, 1916
  • Giulio Gaglione, La benda sugli occhi: Primo saggio di una interpretazione generale della poesia contemporanea, Napoli, Ed. delle "Crociere Barbare", 1919
  • Massimo Gaglione, La Poesia di Hrand NazariantzMarcianise, autoedizione, 1918
  • Massimo Gaglione, Nazariantz e BarbusseCaserta, 1921
  • Raffaele Carrieri, Con Hrand Nazariantz al villaggio armeno “Nor Arax”, “Il Mezzogiorno”, 15-16 novembre 1927.
  • Giuseppe Cartella GelardiIl grande canto della Cosmica tragedia, Milano, 1932
  • Domenico Tarantini, Compie trentatré anni la repubblica del vecchio poeta, in "Settimo Giorno", 1958.
  • Giuseppe Lucatuorto, Un poeta cosmico, Hrand Nazariantz, "Il Corriere del giorno". Bari 16 febbraio 1962.
  • Pasquale SorrentiHrand Nazariantz. Uomo, poeta, patriotaBari, Levante, 1978.
  • Mara Filippozzi, Hrand Nazariantz. Poeta armeno esule in PugliaGalatina, Congedo, 1987.
  • Domenico Cofano (a cura di), Hrand Nazariantz fra Oriente e Occidente. Atti del Convegno internazionale di studi (Conversano, 28-29 novembre 1987), Fasano, Schena, 1987
  • Domenico Cofano, Il crocevia occulto. Lucini, Nazariantz e la cultura del primo Novecento, Fasano, Schena, 1990.
  • Gabriella Uluhogian, Hrand Nazariantz e Antonio Basso: pagine inedite di un'amicizia, in Armenian History Materials in the Archives of Central Europe, Erevan 2001, pp. 116–136.
  • Krikor Beledian (Գրիգոր Պըլտեան), Haigagan bakahabashdutiun yev Hrand Nazariantz, (trad. Il futurismo armeno e Hrand Nazariantz), in "Bazmavep", Revue d'etudes armeniennes, Venezia, 1990, vol.3-4, (in armeno).
  • Huri Khachadarian, Hrand Nazariantz Luyisavor Panasdeghz, (trad. Hrand Nazariantz è un poeta luminoso), in "Azg Daily cultural online", 29/04/2006.
  • Paolo Lopane, Hrand Nazariantz, troviero d'Armenia, in "Vie della Tradizione", Anno XXXVII, N. 147 (settembre-dicembre 2007)
  • Vartan Matiossian, Letters of Hrand Nazariantz to Yenovk Armen, "Bazmavep", Revue d'etudes armeniennes, Venezia, 2007, vol. 165, pp. 323–380
  • Huri Khachadarian, Աստեղահեւ Մենութիւն - Ընտրանի (Solitudini Stellate - Selezione), Yerevan, Sargis Khachents - Printinfo Publishing Program, 2008.
  • Krikor Beledian (Գրիգոր Պըլտեան), Haykakan Futurizm - Armenian FuturismYerevan, Sargis Khachents - Printinfo Publishing Program, 2009
  • Magda Vigilante, Carteggio Hrand Nazariantz -Liliana Scalero. Storia di un’amicizia fraterna nel comune amore per la poesia e la cultura, in Aktamar Anno 4, Numero 69, 1 marzo 09—XCIV M.Y.
  • Carlo Coppola, Hrand Nazariantz, la storia di un uomo unico vissuto nel Sud, "LSD Magazine". Bari 10 marzo 2011.
  • Paolo Lopane (a cura di), Hrand Nazariantz, Fedele d'Amore, con introduzione di Boghos Levon Zekiyan, F.A.L. Vision, Bari 2012.
  • Francesco Medici, recensione a: Paolo Lopane (a cura di), Hrand Nazariantz, Fedele d'Amore, introduzione di Boghos Levon Zekiyan, F.A.L. Vision Editore, Bari 2012incroci, n. 25, gennaio-giugno 2012, pp. 133–134.
  • Dorella Cianci, Nazariantz, poeta d’incrocioincroci, n. 25, gennaio-giugno 2012. 

mercoledì 16 novembre 2011

"There is a walnut tree" by Silva Kaputikian


di Silva Kaputikian

There is a walnut tree
growing in the vineyard
at the very edge of the world.

My people, you are like
that huge ancient tree--
with branches blessed by the graces

but sprawling
over the small corner of land;
roots and arms spread out
and spilling your fruit
to nourish foreign soils.

(1946)

venerdì 1 luglio 2011

Carlo Coppola parla della Cultura Armena a Bari marzo 2011

Carlo Coppola durante l'intervista di
 Leonardo Palmisano marzo 2011


Il Video, girato nel marzo 2011, è un'intervista di Leonardo Palmisano a Carlo Coppola, segretario del Centro Studi Hrand Nazariantz, girato negli studi di Delta TV dalla sapiente regia televisiva di Michele Didone.