Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2014

sabato 1 marzo h.18.00 festa di Vartananz a Milano

Immagine
Sabato 1 marzo h.18.00 proprio mentre noi alla Libreria Laterza di Bari parleremo della presenza Armena nel Medioevo nella nostra città, a Milano, presso la sede di HAY DUN






CASA ARMENA
i nostri amici capitanati da Hayr TovmaKhachatryan festeggeranno il Vartananz. Chi è a Milano li raggiunga e se può contribuisca alla promozione e al sostegno di "Hay Dun".

Vartan era riuscito a mettere insieme un contingente importante. Circa 66.000 tra fanti e cavalieri, compresi parecchi volontari civili. La spina dorsale dell’esercito era formata dalla cavalleria leggere e da quella pesante (armata come i clibenarii), ma le cronache riportano anche un gran numero di arcieri e lancieri. Una forza in grado di reggere il campo con qualsiasi esercito occidentale, ma forse non abbastanza grande da respingere il mostruoso esercito sasanide.


Yazdegert e Mihr-Narseh avevano messo insieme un’armata capace di far impallidire quella di Serse. Elefanti da guerra con torrette per gli arcieri, caval…

Celebrazione della Ricorrenza dei Vardanank 2014

Immagine
Riceviamo e pubblichaimo con piacere una lettera appena giuntaci dal Rettore del Pontificio Collegio Armeno di Roma, Rev.mo Mons. Kevork Noradounguian, Rettore del Pontificio Collegio Armeno di Roma, Procuratore del Patriarcato Armeno Cattolico presso la Santa Sede.


Carissimi fratelli e sorelle domani, giovedì 27 febbraio secondo il calendario liturgico della nostra Santa Chiesa, ricorre la memoria di S. Vartan e dei Martiri di Avarayr.
Celebreremo l’importante commemorazione con la Santa Liturgia di domenica prossima 2 marzo, la quale sarà concelebrata dal Rev.mo Don Riccardo Pane
Don Riccardo, che molti di voi conoscono, è un presbitero della Chiesa di Bologna, laureato in lettere classiche all’Università di Bologna, conseguito il dottorato in Teologia patristica, è membro dell’Associazione internazionale di studi armenistici, nonché autore di numerose pubblicazioni di interesse patristico, liturgico e armenistico tra cui la “Storia di Vardan e dei martiri armeni”. 
Nella celebrazion…

Il Tredicesimo Papiro alla Laterza

Immagine
Nella Bari multietnica dell'Anno Domini 1002, cultura e politica si scontrano e si incontrano. 
Tra queste una delle principali è quella Armena. Dopo l'arrivo dei Saraceni e la fuga dal loro monastero dove copiano preziosi manoscritti, l'Abate Gerolamo e il monaco Leone indagano su fatti misteriosi che accadono in città. 
Riusciranno i due monaci a riportare la tranquillità nelle case dei baresi e a sconfiggere contemporaneamente i Saraceni invasori? ....


...Lo scoprirete sabato 01 marzo 2014 alle ore 18:00, quando, nellasplendida cornice della Libreria Laterza, Vito Antonio Loprieno discuterà del suo nuovo romanzo Il Tredicesimo Papiro
con: 

Cosma Cafueri- Presidente del Centro Studi Hrand Nazariantz (հետազոտական կենտրոն Հրանտ Նազարյանց)
Carlo Coppola- Segretario Centro Studi Hrand Nazariantz
Sergio Chiaffarata- Storico

L'attore Lino De Venuto leggerà brani tratti dal volume

Porgerà i suoi saluti la magnifica padrona di casaMaria Laterza.

"Il Sangue dell'Europa". Riflessioni sulla situazione politica

Immagine
Il sangue d'Europa. Il 21 febbraio del 1950 usciva, postuma, la raccolta di articoli di GiaimePintor intitolata "Il sangue d'Europa". Il libro prendeva il titolo dallo scritto più significativo del patriota italiano che, morto dilaniato da una mina tedesca mentre cercava di raggiungere un gruppo partigiano, aveva attraversato e meditato trasversalmente le cause soprattutto culturali della più grande tragedia che l'Europa, e da qui il mondo, vivevano mentre lui era vivo.
L'Europa com'è ora, ci piaccia o meno, è nata dal più grande massacro che la storia dell'umanità ricordi: 70 milioni di morti e sofferenze e atrocità impossibili da narrare compiutamente. E questo immane disastro aveva preso le mosse dai nazionalismi, a loro volta suscitati a catena da altri nazionalismi in un'Europa incapace di rifarsi alla sua profonda 'cultura comune', che pure per secoli ha intrecciato profondamente i destini di tutti i popoli che la componevano.
E fu da…

ՕՋԱԽՈՒՄ / Ojakhum: versioni a confronto

La prima versione è cantata da Ofelia Hampartsumian 




La seconda versione, arrangiata da Riccardo Giagni, è interpretata dalla splendida voce di  Valentina Karakhanian che riesce a dare, a suoni e parole tanto profonde e antichi, una vita nuovasospendendoli nel tempo e nello spazio. Il brano è tratto dalla colonna sonora del film l'Ora di Religione del grande maestro Marco Bellocchio.



grazie per la segnazione del testo a T. B. 
Սրտանց արի, քո սերն եմ էս հյուրընկալ օջախում,
Ազնիվ սրտի հուր սիրո, հիշատակ կա օջախում։
Մի՞թե սիրտը մութ է քո, չէ՞ որ դու իմ աստղն ես,
Անհուն երկնի շողն առած, կենաց սիրտ կա օջախում։
Դե', արի շորորա,
Տաղ ասեմ նազերիդ,
Օջախս տխուր է առանց քեզ, նազելի,
Ախ, աչքս քո ճամփին խամրում է, ի՞նչ անեմ,
Ախ, սիրտս կարոտից մարվում է, ի՞նչ անեմ։Լեռնական է իմ հոգին, աստղերի հետ կխոսի,
Մոտ և հեռու ոլորուն, ճամփեքի հետ կխոսի,
Հոգուս հավքը միշտ քեզ հետ՝ երազի մեջ կխոսի,
Քո հուր սիրուց չմարող վառ կրակ կա օջախում։

Ինչքան էլ որ խիստ լինի ձյուն-ձմեռը էս տարվա,
Ինչքան էլ որ ուշ բացվեն ճամփաները …

Casal di Principe e gli Armeni: tracce di una possibile amicizia

Immagine
Sabato 8 Febbraio 2014 la cittadinanza di Casal di Principe (CE) ha avuto l'onore di ospitare un evento unico per la sua storia. La solenne Celebrazione Eucaristica in Rito Armeno in onore di SANBIAGIOVescovo e Martire,in occasione del 128° Anniversario della Fondazione della Cappella a lui dedicata di proprietà della famiglia Natale. Alla fine della giornata un gruppo spontaneo di cittadini ha proposto l'istituzione di un comitato di amicizia fra la città di Casal di Principe e l'Armenia, dedicato al grande Santo Vescovo taumaturgo amato nell'intera Diocesi. 
L'iniziativa è nata dal connubio fra Bernardo Natale e famiglia, proprietari della Cappella di San Biagioe Carlo Coppola, segretario del Centro Studi Hrand Nazariantz e studioso,che ha curato i contatti con l'ottima Segreteria del Pontificio Collegio Armeno di Roma.
Indispensabilealla realizzazione della manifestazione è stata la guida sapiente e magistrale di mons. Carlo Aversano, parroco del Santissimo S…

Addio a Sergio Musceghian ultimo sopravvissuto italiano al Genocidio Armeno

Immagine
Domenica 16 febbraio 2014 ci ha lasciati, tornando alla casa del Padre, Sergio(Sarkis) Musceghian ultimo sopravvissuto al Genocidio Armeno, residente in Italia.
Viveva a Mendicino in provincia di Cosenza e aveva da poco compiuto 98 anni, essendo nato a Costantinopoli il 4 novembre 1916. All'età di circa 4 anni fu trovato e soccorso da missionari italiani mentre si aggirava senza meta nella zona portuale della metropoli turca. Fu così allevato ed educato dagli stessi Italiani presso la città greca di Rodi (allora colonia italiana).
Visse la maggior parte della sua esistenza tra Puglia e Calabria, abitando nel villaggio «Nor Arax» di Bari e poi dirigendo (con al fianco la moglie Maryam e la figlia Varthui) dal 1952 al 1982 un fabbrica di tappeti orientali a San Giovanni in Fiore (CS), eretta per conto dell’Ente Sila, allora preposto alla promozione culturale economica e turistica di quella parte della Regione Calabria.

Sarkis Musceghian è stato, fino all'ultimo, anche uno strenu…

Surp Sarkis feast 2014 ricordo di Aram Asatryan

Oggi è il giorno di Surp Sarkis e noi dedichiamo una canzone a tutti gli innamorati e mandiamo un saluto e un augurio di buon onomastico a tutti i Sarkis (Sarghis, Sargis) e Sarkisyan, attraverso la voce di un grande cantante armeno Aram Asatryan.
E' questa anche l'occasione per ricordare il cantante Aram Asatryan in armeno Արամ Ասատրյան (Echmiadzin, 3 marzo1953Oshakan, 7 novembre2006)di cui uno dei maggiori successi fu appunto .  Aram Asatryan (Echmiadzin, 3 Marzo1953Oshakan, 7 Novembre2007) è stato un cantantearmeno. E' stato un cantante pop armeno e cantautore noto per i suoi concerti energici e lo stile musicale caldo e originale.
La Vita
Aram Asatryan era nato a Echmiadzin, in Armenia, figlio di Hapet Asatryan e Ashken Mampreyan. Era nato in una famiglia di rifugiati. sin dall'infanzia Da quando la sua infanzia era stato prodigo [ disambiguazione necessaria] musicista. Nel 1985 si formò la sua prima band. Egli divenne noto in tutto il mondo per la sua voce e…

San Biagio: S. Messa in Rito Armeno l'8 febbraio a Casal di Principe

Immagine
Siamo tutti invitati a Casal di Principe (CE) a partecipare sabato 8 Febbraio 2014ad una solenne Celebrazione Eucaristica in onore di SANBIAGIOVescovo e Martire,in occasione del 128° Anniversario della Fondazione della Cappella a lui dedicata.

La Santa Messa, a partire dalle ore 11:00, sarà officiata nella Parrocchia del Santissimo Salvatorein Casal di Principein Rito Armeno e sarà presieduta dalRev.mo Mons. Kevork Noradounguian, Rettore del Pontificio Collegio Armeno di Roma, Procuratore del Patriarcato Armeno Cattolico presso la Santa Sede.

Al termine della Celebrazione si terrà una Processione con partenza dalla medesima Parrocchia, che accompagnerà il quadro del Santo nella Cappella a lui dedicata in Piazza Barone. San Biagio Vescovo e Martire assurge oggi a simbolo di una Terra, come quella di Lavoro, disprezzata come "Terra dei Fuochi" e carica su di sé i mali presenti nella società.

Casal di Principe, cittadina operosa e combattiva, attraverso la devozione al Santo Tau…