Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2017

Elisabetta MOKHTARIANS exhibition "MY PRAYERS IN ARMENIAN"

Immagine
cosa: Elisabetta  MOKHTARIANS exhibition "MY PRAYERS IN ARMENIAN"

organizzazione:
a cura di Mons. Nareg NAAMO
Rettore del Pontificio Collegio Armeno di Roma 
in collaborazione con Anna Usova, Maestra d'Arte, 
Presidente dell'Unione Cattolica Artisti Italiani - sezione Ladispoli.

dove: Pontificio Collegio Armeno di Roma (Salita di San Nicola da Tolentino 17 - 00187 ROMA)
quando: lunedì 13 febbraio - venerdì 17 febbraio 
dalle 09.00 - 13.00 / 14.00- 18.00
sabato 18 febbraio: 09.00 - 13.00 domenica 19 febbraio: 11.00 -13.00 Inaugurazione: 12 febbraio alle ore 12.20.


La Mostra "MY PRAYERS IN ARMENIAN" ("Le mie preghiere in Armeno") della giovane artista Elisabetta Mokhtarians è organizzata a cura della Chiesa Cattolica Armena di Roma di San Nicola da Tolentino e dal Pontificio Coleggio Armeno. 
Elisabetta Mokhtarians è nata a Roma il 5 dicembre 2006, da una famiglia origine armena. Fin da piccola ha mostrato una grande passione per la pittura. A sei anni …

26 gennaio a Montecitorio una legge per la memoria dei Giusti

Immagine
Giovedì 26 gennaio alle ore 14.30 presso la Sala del Mappamondo di Palazzo Montecitorio si terrà l'atteso incontro dal titolo Dalla memoria della Shoah ai Giusti del nostro tempo. Una legge per ricordare il bene.  Interverranno Marina Sereni – Vice Presidente della Camera dei Deputati;  Noemi Di Segni – Presidente UCEI - Unione Comunità Ebraiche Italiane;  Victoria Bagdassarian – Ambasciatrice della Repubblica d’Armenia;  Emanuele Fiano – Deputato, Capogruppo PD Commissione Affari Costituzionali;  Gabriele Nissim – Presidente Gariwo, la foresta dei Giusti. 
Introduce Milena Santerini - Deputata Democrazia solidale - CD, Presidente Alleanza Parlamentare contro l’intolleranza e il razzismo del Consiglio d’Europa.
Modera  Antonio Ferrari – Editorialista Corriere della Sera.
Seguiranno gli interventi di:
Emilio Barbarani - già Ambasciatore a Santiago del Cile;  Stefano Levi Della Torre - Saggista;  Giorgio Mortara - Vice Presidente UCEI;  Françoise Kankindi – Presidente Bene Rwanda.

Per partecipare …

La Memoria Condivisa a Venezia

Immagine
Domenica 22 gennaio 2017 alle ore 16.30 presso il Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia, la scrittrice Antonia Arslan e Gabriele Nissim (presidente di Gariwo - Foresta dei Giusti) parleranno di Memoria Condivisa.  Interventi musicali di Claudio Fanton (duduk armeno) e Rouben Vitali (clarinetto klezmer).

Modereranno l'incontro: Paolo Navarro Dina e Nadia Pasqual 

L'evento gode del Patrocinio della Comunità Ebraica di Venezia, dell'Unione Armeni d'Italia e del Centro Studi di Documentazione della Cultura Armena. Ingresso libero, non serve prenotazione.



La direzione intrapresa da molte istituzioni, da diversi anni a questa parte, è quella di Condividere la Memoria dei fatti Genocidiari del Novecento.  I due principali Genocidi, quello Armeno e quello Ebraico costituiscono due parti della medesima tragica pagina del Male, in cui Imperi in crisi decidono di costruire l'Unità e la solidità dello Stato, o di ciò che ne resta, attraverso l'annientamento della Principal…

*Hrant Dink 2017 non dimentichiamo

Immagine
L'inquietudine della Colomba. Un uomo Turco e profondamente Armeno. Un uomo scomodo come tutti gli uomini di dialogo. Hrant non costruiva una pace vuota di chiacchiere, una pace chiacchierata. Era un uomo di comunicazione. Un giornalista. Un orfano. Hrant Dink è stato ucciso da un clima di odio e di sospetto sul quale il governo dei satrapi sta costruendo una nuova Turchia non più laica, una Turchia neo ottomana e violentissima in cui la società civile è spinta dalle autorità all'odio contro le due principali minoranze storiche: quella Curda e quella Armena verso la quale viene fomentata l'assenza di empatia. Non si riconosce più nell'altro un essere umano ma un oggetto che si può eliminare e che si deve annientare ed espellere per la protezione di una presunta protezione  dello stato. Uno Stato assoluto ed neo-hegeliano che i cui interessi sono superiori a quelli degli esseri umani. Ma se queste fandonie potevano reggere ai primi del Novecento producendo Fascismo, Naz…

28 gennaio 2017 a Scandicci si parla di Genocidi, primo quello armeno

Immagine
Una meritoria iniziativa sarà presentata presso a Scandicci  sabato 28 gennaio alle ore 17:00 presso la Biblioteca Comunale di via Roma 38/A.  La soprano armena Agnessa Gyurdzhyan, lo scultore Vighen Avetis, con il sindaco  di Scandicci Sandro Fallani, conl'Istituto Comprensivo Altiero Spinelli, e il Comitato permanente per la Memoria, ricorderanno i genocidi del Ventesimo secolo e quelli più recenti chiedendo a gran voce "Mai più genocidi".  Sarà l'occasione per ricordare il Genocidio del Popolo Armeno, primo genocidio del Novecento, tracciarne un profilo storico e raccontare in modo comparato le caratteristiche che i genocidi hanno in comune. 

For Armenians of Aleppo «ՀԱԼԷՊԱՀԱՅԵՐ»

Immagine
Agli Armeni di Aleppo

versi di Carlo Coppola
E il turco si scaglia ancora contro le Nostre Case! 100 anni e uno e due … Spazza le ossa dei nostri martiri Sgrana e macella la melagrana rossa perché effonda altro sangue.  100 anni e uno e due... La mezzaluna stellata  Vuol soverchiare il sacro Ararat.  100 anni e uno e due… Fin qui mi ha seguito il pugnale del sultano, fin sotto le mura di Aleppo,   nel caravanserraglio mi rincorre il perfido che prima baciava la mia mano non potendo tagliarla. 100 anni e uno e due…
Mi rincorre lo sgherro, è dietro di me,  afferra la mia cintola pendente, un colpo leggiero, riprendo la corsa, non arriva la voce alla mia gola, si ferma alla pancia, poi alle gambe. 
Tutto è deserto, la polvere entra nelle scarpe. Due mucchi di terra  e tra loro un bimbo che dorme. Ci sono i suoi genitori sotto quei mucchi, li ha sepolti egli stesso, a mani nude e dorme lì accucciato  per non sentire freddo.
Poco più avanti un altro bambino si attacca alla madre, ha pochi mesi - l’età di mio figlio - ca…